Che cosa è la prostatite calcanea negli uomini: segni e trattamento della malattia

La prostatite calcolosa è un’infiammazione della prostata causata o accompagnata da formazioni dense nei dotti della ghiandola. Nella maggior parte dei casi, i prostatoliti sono formati dalla secrezione prostatica non ridotta e indurita, meno comunemente dai depositi di fosfati, sali di calce. Un uomo con una patologia così cronica sta soffrendo, poiché le pietre causano forti dolori, aggravando i disturbi urodinamici.

I medici distinguono tra calcoli di prostata endogeni ed esogeni. Nel primo caso, la formazione di prostatoliti è associata a fattori esterni — nutrizione scorretta, violazione del deflusso delle urine (a causa del reflusso, viene gettato nella prostata, accumulo e cristallizzazione).

Le pietre esogene appaiono a causa di disturbi interni del corpo. La ragione sta nel rallentare il flusso di sangue della prostata e nell’espellere un segreto che provoca lo sviluppo di prostatite congestizia. La sequenza della formazione di infiammazione e pietre nella ghiandola prostatica può essere qualsiasi. A volte le pietre causano un successivo processo infiammatorio, e talvolta i tessuti ingrossati comprimono i dotti e causano secrezioni che non hanno il tempo di essere visualizzate.

Fattori che accelerano la crescita dei calcoli della prostata: sesso irregolare, colpi ai genitali, ipodynamia, ipotermia della parte inferiore del corpo. La prostatite calcolosa può verificarsi come complicanza dopo l’intervento chirurgico.

Se le pietre si formassero sullo sfondo della prostatite congestizia, allora per i primi 2-4 anni un uomo è tormentato dai classici sintomi di infiammazione della ghiandola (dolore addominale, ritenzione urinaria, diminuzione della libido, indebolimento dell’erezione) e non ci sono segni di calcoli. Solo quando i prostatoliti diventano più di 8 mm, iniziano a farsi conoscere.

Segni di prostatite calcanea sono principalmente espressi nei sintomi aumentati di infiammazione. Il dolore durante la minzione, i movimenti intestinali diventano più forti del solito, spinge al bagno più frequente, la pressione dell’urina si indebolisce. A questi problemi si aggiungono:

    Incontinenza di urina, succo prostatico e sperma dovuto alla pressione delle pietre sui dotti escretori. La presenza di sangue nelle urine, lo sperma (se i bordi delle pietre sono taglienti, feriscono il tessuto circostante).

La particolarità del calcolo della prostata è che, a differenza di altre forme di prostatite, i periodi di remissione sono molto brevi. La malattia dovuta alle pietre sta rapidamente progredendo, trasformandosi in una forma complicata. Inoltre, i prostatoliti provocano altre pericolose patologie — sono la causa di ascessi, oncologia.

In primo luogo, viene eseguita l’anamnesi e l’esame rettale della prostata. In presenza di pietre, l’urologo rivela foche, crepiti (scricchiolii), lamentele dell’uomo sul dolore durante la scansione. La fase successiva sono i test di laboratorio. Un’analisi delle secrezioni di sangue e prostata.

Per eliminare la natura infettiva della prostatite, l’urologo dirige l’uomo alla coltura di batteriologia urinaria e alla diagnostica PCR di raschiature per l’individuazione di malattie sessualmente trasmissibili. Per escludere il cancro sono fatti:

    analisi del PSA (con il tipo di patologia calcolosa non ci saranno cambiamenti); biopsia (prelievo di tessuto per il successivo esame al microscopio e determinazione della natura benigna o maligna).

Per una diagnosi più accurata occorrono ultrasuoni, TC, risonanza magnetica. Le pietre nella ghiandola sembrano formazioni che spiccano chiaramente nel parenchima circostante. A differenza dell’adenoma prostatico, i sigilli sono chiaramente localizzati. I calcinati si distinguono dagli ascessi e dal cancro per iperecogenicità (alta densità acustica).

Se nella prostata si trovano piccole formazioni calcolitiche, non sono necessari interventi chirurgici e medicinali forti. Nelle fasi iniziali, è sufficiente determinare ed eliminare la causa della prostatite. Le piccole pietre disponibili sono derivate usando decotti di erbe sicuri, infusi. Per prevenire la riformazione delle prostatoliti, si modificano gli stili di vita (alimentazione, attività fisica e sessuale).

La terapia farmacologica e chirurgica della prostatite calcanea è prescritta per le grandi pietre, i sintomi dolorosi, il rischio di complicanze. In primo luogo, il paziente assume farmaci sintomatici per alleviare il dolore e normalizzare la minzione. Successivamente, l’urologo decide come sbarazzarsi delle pietre — con farmaci, laser o resezione della prostata.

Se un paziente soffre di crampi nell’area dello stomaco e dell’inguine, allora gli antispastici aiuteranno a migliorare rapidamente la condizione (i più comuni sono Baralgin e No-shpa, presi 2 compresse 2-3 volte al giorno). Con lo stesso scopo vengono utilizzati farmaci anti-infiammatori non steroidei (ad esempio, l’ibuprofene, preso 200 mg 1-2 volte al giorno).

Se il dolore è tollerabile, a casa possono provare a rimuovere i metodi popolari. Brodo di salvia — questo prodotto naturale riduce l’infiammazione e riduce gradualmente il dolore. Infuso di corteccia di quercia, rosa selvatica, scorza di limone — un agente antinfiammatorio naturale, che aiuta anche ad ammorbidire le pietre della prostata ed eliminare spasmi e sanguinamento.

Gli antibiotici per la prostatite calcanea non sono farmaci essenziali, ma sono prescritti se, oltre ai sassi, nella prostata è iniziata un’infezione batterica. I farmaci più importanti sono i FANS. Farmaci con diclofenac (Voltaren, Diclofenac) e con ketoprofene (Oruvel, Ketanol) mostrano un’elevata efficacia nella patologia calcanea. Il corso del trattamento con compresse una media di 10-14 giorni, iniezioni — 5-10 giorni. Le candele non vengono utilizzate a causa del fatto che quando vengono introdotte, le pietre possono spostarsi, graffiarsi, causare dolore, sanguinamento.

Per la ritenzione urinaria acuta, bevono alfa-bloccanti (Terazosina, Tamsulosina). La preparazione del cystone rompe gli ossalati — è prescritta se si formano calcoli sferici dovuti al reflusso urinario nella prostata o alla migrazione di calcinati da altri organi del sistema genito-urinario. La malattia, causata dal ristagno delle secrezioni prostatiche, il farmaco non è in grado di curare.

La procedura per la rimozione della pietra laser non è invasiva. Il suo vantaggio in assenza di incisioni chirurgiche, dopo di che le cuciture rimangono e rapido recupero. Il meno è il prezzo del servizio (trattamento della prostatite calcanea con un costo del laser da 13.000 rubli) e la possibilità di schiacciare solo pietre con diametro inferiore a 15 mm (grandi formazioni calcolitiche sono eliminate per resezione).

L’operazione è un effetto sulle pietre con un laser. Un dispositivo viene inserito nell’uretra o nel retto del paziente, emettendo onde con una frequenza di 960-1470 nm. Sotto l’azione della radiazione, le pietre vengono schiacciate a uno stato di sabbia, le particelle vengono poi rimosse dalla prostata mediante farmaci che stimolano il flusso delle secrezioni prostatiche (Prostatilen, Lidaza) e diuretici. Il corso di purificazione dura 3-6 giorni.

Con pietre e infiammazioni nella prostata, è utile mangiare una pappa di olio di lino, noci e miele. Questo piatto fornisce all’organismo le necessarie vitamine e minerali, che accelera il recupero, protegge da altre malattie urologiche (compresa l’iperplasia prostatica benigna). Il rimedio popolare più efficace per il calcolo è l’acqua di abete rosso (bere a stomaco vuoto 2 volte al giorno) — il suo uso è la capacità di sciogliere piccole pietre e rimuoverle dal corpo.

Se la prostatite cronica è accompagnata da un forte dolore, quindi ai farmaci prescritti dal medico, è necessario aggiungere un decotto di nocciolo, corteccia di betulla. Una tintura alcolica di stimmi di mais può far fronte alla ritenzione urinaria (prendere 10 gocce dopo pranzo per 12-14 giorni). Questo strumento non solo aiuta a migliorare la condizione della prostata, ma migliora anche la qualità dello sperma, aumenta le possibilità di concepire un bambino.

È severamente vietato massaggiare la prostata, poiché questa procedura fisioterapeutica può provocare lesioni alla prostata sugli spigoli vivi delle pietre e sanguinamento (e le ferite sono un ambiente favorevole per la riproduzione della microflora patogena). Un’altra controindicazione per la fisioterapia è la dimensione delle prostatoliti più di 15 mm — la terapia può provocare il loro rilascio nell’uretere, dove bloccano il flusso di urina. I metodi fisici consentiti sono:

    Induzione, magnetoterapia (affetto per 20 minuti, minimo corso — 5 procedure). Termoterapia (utilizzando il sedile caldo «Graviton»). Vibromassage (i sensori sono posizionati nella parte bassa della schiena, è possibile utilizzare un sedile vibrante).

Si raccomanda ai pazienti con infiammazione calcanea della prostata di bere acqua minerale. Con i calcoli di urina, il paziente riceverà acqua minerale alcalina («Smirnovskaya», «Borjomi»). Scissione di calcoli di ossalato di calcio sotto la forza di acque leggermente acide (Essentuki-20, Sairme).

La nutrizione maschile dovrebbe essere bilanciata (menu consigliato del tavolo di trattamento numero 6). I seguenti piatti sono utili:

    Zuppe di verdure: zuppa, zuppa di cavolo, brodo di patate, brocca di latte, okroshka, zuppa di barbabietola rossa. Pollame e pesce bolliti (almeno 3 volte a settimana per 160-200 grammi). Bevande al latte acido, panna acida, formaggio. Frutta e bacche (anguria, ribes, rosa selvatica sono particolarmente utili).

Nel trattamento della prostatite calcanea, è necessario escludere i cibi piccanti, grassi, fritti, affumicati e in salamoia. È necessario limitare l’uso di acetosa, aneto, crauti. Le bevande alcoliche sono completamente vietate e la birra e il kvas sono bevande più pericolose della vodka (contribuiscono alla crescita di calcoli e ritenzione urinaria acuta).

Con le formazioni calcolose nella ghiandola, è utile fare ginnastica statica di Kegel. L’esercizio è eseguito semplicemente — devi alternativamente sforzare l’inspirazione e rilassarti sull’espirazione dei muscoli del perineo. È sufficiente fare 2-3 sedute di 4-5 minuti al giorno. Rafforza i muscoli interni, migliora la circolazione sanguigna.

Si consiglia di iniziare la mattina con un riscaldamento. Nella prostatite cronica, si raccomanda il seguente complesso:

    Sdraiato sulla schiena: sollevare il bacino, stringere le ginocchia al petto, esercitare «bicicletta». In piedi: camminare sul posto, far oscillare le gambe in avanti e di lato, colpendo i talloni ai glutei. Sedersi sul pavimento: esercitare «camminando sui glutei» (andare avanti senza piegare le ginocchia), «barca» (sollevare le gambe dritte e sdraiarsi per 3-4 secondi).

Con la prostatite (specialmente nel periodo di esacerbazione) è proibito l’aerobica, il ciclismo e la corsa. Il pericolo è il sollevamento pesi.

«Ho avuto un intero gruppo — adenoma, prostatite e grosse pietre nella ghiandola. Il trattamento con le pillole era troppo tardi. La resezione transuretrale della prostata è stata eseguita. Rimase in ospedale per 9 giorni, bevve antibiotici per possibili complicanze, ormoni prescritti, inibitori della fosfodiesterasi-5. La potenza si è ripresa dopo 1,5 mesi di trattamento, senza ricadute. «

«Un ecografia ha rivelato iperplasia con calcinati multipli nella zona periferica sulla destra. La distruzione delle pietre è stata effettuata utilizzando un laser. La sabbia è uscita dolorosamente, con il sangue — ci sono voluti circa 5 giorni. Dei farmaci, il dottore prescrisse Longidase e Trilon. «

La prostatite calcanea cronica viene facilmente trattata nelle prime fasi. Se inizi la malattia, il dolore addominale, l’impotenza e l’infertilità saranno i problemi minori. Ad esempio, le pietre portano ad un ascesso della prostata. Lui, a sua volta, conduce alla paraproctite — danno purulento al tessuto sottocutaneo.

Un altro pericolo di infiammazione non guarita della prostata è la ritenzione urinaria acuta, provocando idronefrosi, insufficienza renale acuta, rottura della vescica. Esiste anche un alto rischio di sviluppare tumori maligni (in ogni 4 ° caso, il cancro alla prostata si sviluppa sullo sfondo di prostatiti e ascessi avanzati).

Come prevenire il verificarsi di patologie

Le pietre nella ghiandola prostatica — una malattia pericolosa, in assenza di un trattamento tempestivo porta a complicazioni irreversibili e persino a minacciare la vita del paziente. La prevenzione aiuta a prevenire la formazione di prostatoliti: esercizio fisico, corretta alimentazione, terapia vitaminica, regolare vita sessuale, smettere di fumare e alcol, trattamento tempestivo delle malattie infiammatorie e infettive.

Poiché le malattie urologiche sono inizialmente asintomatiche, si raccomanda di sottoporsi a esami preventivi presso un urologo 2-3 volte l’anno per verificare le condizioni della prostata in presenza di formazioni anormali. Se trovi qualche deviazione dalla norma, inizia immediatamente il trattamento.

About

You may also like...

Comments are closed.